Staphysagria

Staphysagria

Il rimedio tratta le lesioni ai tessuti molli, specie dopo un intervento. È efficace in caso di disturbi di origine psicosomatica (anche connessi ad abusi sessuali), di ipersensibilità localizzata e di sintomi reumatici.

Sintomi chiave

  • Ipersensibilità, tendenza a reprimere la rabbia;
  • Insonnia notturna;
  • Forte desiderio per i dolci;
  • Infezioni urinarie.

Profilo mentale ed emotivo

Il soggetto Staphysagria è molto sensibile, ha sfoghi violenti e appassionati aggravati dalla repressione di ira, indignazione e dispiacere o dalla sopportazione di prepotenze e umiliazioni.
Il soggetto sembra accettare il parere e l’autorità altrui senza problemi ed è sensibile a ciò che sente, vede, assapora e tocca. Ha
un temperamento romantico che viene facilmente deluso. Appare consapevole; può avere alle spalle una storia di abusi (sessuali,
di alcolici o di droghe), di turbe alimentari o semplicemente di superlavoro. Può anche dimostrare completa dedizione ai figli.

Quadro fisico

• Assopimento diurno e impossibilità di dormire durante la notte; i sintomi fisici si aggravano dopo il sonno;

• Grande appetito per i dolci; iperestesia al contatto; tremori causati da rabbia o eccitazione nervosa;

• Cistite conseguente a rapporti sessuali o a interventi chirurgici;

• Dolore all’apparato urinario con tendenza alle infezioni e ai disturbi a reni, ureteri e vescica.

In generale

Data la sua efficacia per ogni situazione in cui vi sia stata un’azione invasiva sull’organismo, il rimedio va utilizzato dopo interventi dentali o operazioni chirurgiche che hanno interessato i tessuti molli.
Somministratelo anche in caso di turbe comportamentali, dolori lombari o reumatici, disturbi digestivi e problemi oculari. Come rimedio, Staphysagria può essere assunto anche da una vittima di stupro.

La tintura madre ricavata dai semi di stafisagria (Delphinium) dà un rimedio che tratta i disturbi conseguenti alla repressione delle emozioni.